Economia circolare Ecomondo. L’obiettivo è presentare le storie di successo e le best practice dell’economia circolare per incoraggiare l’integrazione, promuovere il dialogo e identificare possibili sinergie. Tutto l’anno.

I maggiori esperti internazionali del settore sono al lavoro insieme al team di Ecomondo per implementare un palinsesto di appuntamenti digitali e non, in cui presentare le novità, favorire il dibattito sulle tematiche più attuali, parlare degli scenari e delle normative, raccontare i casi virtuosi.

Ecco i temi che accenneremo durante i prossimi mesi e che ci accompagneranno in fiera a novembre, per quattro giorni di grande ispirazione e di incontro per tutto il settore della green and circular economy:
– Transizione economica;
– Come cambierà l’European Green Deal alla luce della pandemia;
– Rifiuti sanitari: gestione, rischio associato, riciclo;
– Architettura e natura: bioedilizia, bioeconomia forestale, eco-design;
– La Valutazione di Impatto sulla Salute (VIS) in Italia e in Europa;
– Gestione rifiuti alla luce del recepimento direttive EU;
– Acqua, infrastrutture ed industria;
– La filiera della plastica nella gestione dei rifiuti urbani;
– Programma Life: innovazione nei settori dell’economia verde e circolare;
– Produttività e salute del suolo.

Ecomondo è l’unica piattaforma in Europa ad offrire un ampio programma di conferenze, workshop e seminari volti a presentare evidenze e nuovi trend, nazionali ed internazionali, legati all’economia circolare nelle diverse filiere edilizia, packaging, elettronica, automotive.

Nella prossima edizione parleremo di:
– Transizione economica
– Economia circolare: nuovi trend e vision; ruolo della Piattaforma italiana degli attori dell’economia circolare (ICESP) nella diffusione della conoscenza e delle buone pratiche di economia circolare; nuove opzioni gestionali e strumenti di valutazione per accelerare la transizione verso l’economia circolare; EPR ed Economia circolare per la filiera tessile abbigliamento
– Il ruolo della simbiosi industriale per la prevenzione della produzione di rifiuti
– Le tecnologie Industria 4.0 per una industria più sostenibile e sicura
– Packaging avanzato: nuovo Osservatorio nazionale sull’innovazione nel settore
– La filiera della plastica nella gestione dei rifiuti urbani: confronto tra best practices a livello internazionale
– Programma Life: innovazione nei settori dell’economia verde e circolare (con focus su riutilizzo, riparazione, refit)
– Dalla raccolta differenziata al riciclaggio: non solo materie prime seconde ma anche rifiuti speciali
– Acqua ed agricoltura – gestione integrata, riuso, sostenibile e resiliente
– Acqua e rifiuti – gestione fanghi di depurazione
– Acqua e salute i piani di sicurezza della balneazione
– Acqua e regolazione – L’innovazione e le barriere nella regolazione
– Acqua, infrastrutture ed industria – transizione digitale ed innovazioni tecnologiche per ottimizzazione integrata del ciclo urbano ed industriale delle acque
– Il Cluster Agrifood: una partnership pubblico – privata a supporto della strategia della Bioeconomia per un settore agroalimentare sostenibile.
– Green New Deal: la strategia dal campo alla tavola
– Normative, materie prime e trasformazione nella biobased industry
– Flagship industriali a sostegno della bioeconomia italiana
– Produttività e salute del suolo
– Architettura e natura: bioedilizia, bioeconomia forestale, eco-design
– Piattaforma Nazionale del Biometano
– Gestione e riuso dei sedimenti in ambito costiero da fonti litoranee, porti e bacini artificiali, per una crescita blu sostenibile
– Crescita blu sana e circolare nei mari italiani
– Rifiuti marini nel Mediterraneo
– La Bluemed ??Pilot Initiative: la strategia sviluppata dai produttori di plastica e dagli operatori dell’area
-Monitoraggio geotecnico delle opere per la difesa del territorio e la tutela dell’ambiente
-Soluzioni geotecniche innovative connesse alla gestione dei sedimenti e dei fanghi
– Dalla messa in sicurezza alla bonifica delle sorgenti di contaminazione: le nuove tecnologie di caratterizzazione e di intervento nel panorama italiano a confronto con l’esperienza internazionale
– Emissioni di odori: dalle tecnologie di abbattimento alle nuove strategie di controllo
– Inquinamento atmosferico: la situazione, gli interventi di controllo, i rischi e le politiche di prevenzione
– La qualità dell’aria indoor da tematica invisibile a tematica emergente per la competitività del Paese: il quadro legislativo, lo stato delle conoscenze e le azioni di prevenzione della salute
– La Valutazione di Impatto sulla Salute (VIS) in Italia e in Europa
– Gestione -rifiuti alla luce recepimento direttive EU
– Primi effetti e prospettive dell’avvio della regolazione sulle imprese della gestione dei rifiuti

TORNANO GLI STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY
Il 3 e 4 novembre 2020, come ogni anno, ad Ecomondo si svolgono gli Stati Generali della Green Economy, l’appuntamento annuale di riferimento per la green economy italiana. Promossi dal Consiglio nazionale della green economy, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dello Sviluppo Economico, propongono un’analisi e un aggiornamento sui temi economici e normativi più attuali e cruciali.

www.ecomondo.com

www.statigenerali.org

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi