Etichetta Consapevole per cibi di Too Good To Go si amplia: 50 milioni di prodotti sugli scaffali nel 2022 per sensibilizzare il consumatore sulla differenza tra “da consumare entro” e “da consumarsi preferibilmente entro”.
Il 74% degli italiani vorrebbe agire di più tra le mura domestiche e avere più strumenti per evitare lo spreco

L’app contro lo spreco alimentare, grazie alla sua campagna europea che punta a promuovere un’ulteriore specifica in etichetta per consapevolizzare i consumatori sul significato della dicitura “da consumarsi preferibilmente entro”, ha già coinvolto 10 milioni di prodotti presenti sugli scaffali nel 2021 e grazie all’impegno di 12 nuove aziende mira a espandere ulteriormente i numeri sul 2022
Too Good To Go, l’app contro gli sprechi alimentari, rinnova anche nel 2022 l’iniziativa Etichetta Consapevole: un’ulteriore aggiunta in etichetta della specifica “Spesso Buono Oltre”, accompagnata da alcuni pittogrammi esplicativi e dedicata ai prodotti con il TMC (ossia con la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro”) per incoraggiare i consumatori ad utilizzare i propri sensi prima di gettare un prodotto.
Sono 9 milioni le tonnellate di cibo sprecate ogni anno in Europa.*
Sono causate dalla scorretta interpretazione delle diciture, che equivalgono a più di 22 milioni di tonnellate di CO2e immesse nell’atmosfera.**
Un danno non solo economico, ma in primis ambientale derivato dall’errata comprensione della differenza tra data di scadenza (che in etichetta viene indicata dalla frase “da consumare entro”) e TMC.

Un’iniziativa che l’app anti-spreco ha lanciato ufficialmente già in 12 Paesi dell’Unione Europea (su 15 in cui è presente Too Good To Go) e che punta ad espandere sempre di più, soprattutto in Paesi molto sensibili al tema come l’Italia: da un survey condotto con il centro di ricerca statistico Epinion risulta infatti che l’84% della popolazione intervistata pensa che lo spreco alimentare sia un grosso problema e che il 74% vorrebbe fare di più per limitare lo spreco tra le mura domestiche.***
Solo nel 2021, grazie al coinvolgimento dei primi partner che hanno applicato l’Etichetta Consapevole su alcune delle loro referenze (Bel Group, Fruttagel, Granarolo, Gruppo VéGé, La Marca del Consumatore, NaturaSì, Nestlé, Raineri, Raspini Salumi, Salumi Pasini, Wami) sono stati immessi in commercio più di 10 milioni di prodotti, con l’obiettivo di sensibilizzare il consumatore ad utilizzare i propri sensi prima di gettare un alimento con il TMC passato, che potrebbe essere ancora perfettamente buono e adatto ad essere utilizzato. Un risultato che Too Good To Go intende almeno triplicare nel 2022: dallo studio portato avanti da Epinion risulta infatti che il 73% delle persone intervistate, dopo aver visto l’Etichetta Consapevole di Too Good To Go, si sentono ispirate a guardare, annusare, assaggiare il prodotto prima di gettarlo, contribuendo quindi ad avere un impatto diretto contro lo spreco alimentare a livello domestico e non solo.

Grazie ai nuovi partner che hanno aderito (ABBI Group, Biova Project, cameo, Circular Food, Delicatesse, Eridania, Ferrarini, Gruppo Montenegro, Mielizia, Olio Viola, Roncadin, Vallé) nel 2022 Too Good To Go mira a raggiungere 50 milioni di confezioni con Etichetta Consapevole in commercio solo in Italia.
“L’iniziativa Etichetta Consapevole è uno dei fondamenti dell’impegno di Too Good To Go contro lo spreco alimentare. Grazie alla nostra app, abbiamo già contribuito a salvare più di sette milioni e mezzo di Magic Box in Italia in soli tre anni dal lancio, ma è andando ad incidere (anche) sul comportamento domestico dei consumatori che faremo davvero la differenza. E le aziende, grandi e piccole, dell’agroalimentare stanno diventando sempre più sensibili al tema: con 23 partner aderenti e tanti altri che arriveranno nei prossimi mesi amplieremo sempre di più il messaggio e il nostro obiettivo di sensibilizzazione della popolazione italiana”, spiega Eugenio Sapora, Country Manager Italia di Too Good To Go.

Un traguardo che Too Good To Go mira a raggiungere anche grazie all’app: nelle Magic Box Dispensa – dei sacchetti di prodotti delle grandi marche che si stanno avvicinando alla scadenza e che presentano il TMC – fino alla fine di maggio è possibile trovare in ogni box un vademecum per evitare di gettare quei prodotti “spesso buoni oltre” che si trovano nelle cucine di casa.

Too Good To Go, nata nel 2015 in Danimarca con l’obiettivo di combattere lo spreco alimentare, l’applicazione è presente in 17 Paesi (Europa, Stati Uniti e Canada), conta oltre 56 milioni di utenti. Nel 2021, secondo il Report App Annie, Too Good To Go è stata l’app più scaricata in Italia nel settore Food & Drink.
Too Good To Go permette a bar, ristoranti, forni, pasticcerie, supermercati ed hotel di recuperare e vendere online – a prezzi ribassati – il cibo invenduto “troppo buono per essere buttato” grazie alle Magic Box, delle “bag” con una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo. Gli utenti della app non devono far altro che geolocalizzarsi e cercare i locali aderenti, ordinare la propria Magic Box, pagarla tramite l’app e andarla a ritirare nella fascia oraria specificata per scoprire cosa c’è dentro.
In Italia Too Good To Go è stata lanciata in oltre 600 comuni, conta quasi 6 milioni di utenti, ha permesso di salvare più di 7.5 milioni di pasti e di non emettere in atmosfera oltre 18.750 milioni di kg di CO2e.

* Commissione Europea, Market study on date marking and other information provided on food labels and food waste prevention, https://op.europa.eu/en/publication-detail/-/publication/e7be006f-0d55-11e8-966a-01aa75ed71a1/language-en
** Calcolo su dati FAO, per cui allo spreco di 1 Kg di cibo corrisponde l’emissione in atmosfera di 2,5 Kg di CO2 equivalente: https://www.fao.org/3/i3347e/i3347e.pdf
*** Indagine svolta dal centro di ricerca statistica Epinion su un campione di 1.000 intervistati a livello italiano e 12.077 intervistati a livello europeo.

www.toogoodtogo.it

www.spessobuonooltre.it